Abbiamo messo in evidenza quattro documenti...

Il disastro del Gleno nelle parole del Parroco.

Data: 1 Dicembre 1923. Autore: Don Bortolo Bendotti - Parroco di Angolo. Tema: Registro dei morti cominciato il giorno [...] anno 1881 al 1923. In breve: Terribile disastro - Immensi danni materiali - Circa 500 vittime - Noi ebbimo 16 morti - Ricostruiranno il ponte [...] continueranno a lavorare pubblicamente la festa [...] a provocare i castighi del Signore - Il ponte vecchio, e il ponte nuovo di Angolo, salvarono Gorzone, Boario e Darfo. Fonte: Archivio della Parrocchia di Angolo. Parole chiave: .


Casellario Politico Centrale.

Data: 31 Dicembre 1942. Tema: Scheda biografica degli oppositori politici. In breve: Tabella riferita ai soggetti classificati con luogo di residenza in Mazzunno - Periodo 1926-1942. Fonte: Archivio Centrale dello Stato. Parole chiave: .


Casellario Politico Centrale.

Data: 31 Dicembre 1945. Tema: Scheda biografica degli oppositori politici. In breve: Tabella riferita ai soggetti classificati con luogo di residenza in Angolo - Periodo 1927-1945. Fonte: Archivio Centrale dello Stato. Parole chiave: .


Lettera aperta.

Data: 15 Settembre 1951. Autore: Lorenzo Morosini (?) Tema: Monumento ai Caduti. In breve: La stampa enfatizza - Problemi più urgenti da affrontare - Stato di abbandono della piazza - L'asino liscia l'asino. Parole chiave: , .


...e due raccolte.

La Grande Guerra.

Sgomento, orgoglio e commozione ancora accompagnano il ricordo della Grande Guerra. Da qualche anno, grazie al lavoro di appassionati ricercatori, le lettere dei soldati camuni e del sebino scritte dal fronte sono disponibili on-line . La Raccolta riporta gli scritti dei caduti angolesi reperite grazie a quella ricerca.


Le Fotografie - Persone, cose, luoghi e fatti di altri tempi.

Gli scatti degli angolesi su amici e parenti costituiscono il cuore di questa galleria di foto d'epoca già pubblicate on-line dall' amministrazione comunale.A partire dagli anni  venti del novecento il fotografo camuno Simone Magnolini documenta con i suoi lavori la vita della valle. La Raccolta riprende alcuni storici scatti tratti dall'eccellente sito curato della Regione Lombardia